• St. Croix

  • Stanley

  • Damiki

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 115 follower

  • Annunci

Frecce d’argento

Anno dopo anno..secoli dopo secoli..millenni dopo millenni..la tradizione si rinnova.

Eccole,puntuali come orologi svizzeri,le Cheppie son tornate.

In folti branchi risalgono le insidiose correnti, guidate da un istinto tanto perfetto quanto preciso, un’attitudine che solo la perfezione dell Natura poteva creare.
Un moto perpetuo che ogni anno riesce a turbare le notti dei malati dello Spinning.

La risalita lungo i fiumi del piano delle Cheppie è un appuntamento inderogabile,una valida e divertente alternativa alle nostre tecniche convezionali. Ci indirizziamo verso un pesce possente,un corridore nato ed un lottatore di prima classe:una volta allamato riesce sempre a stupirci per le sue testate, accelerazioni, nonchè per i suoi spettacolari salti fuori dall’acqua che mettono alla prova la nostra attrezzatura.

E’ necessaria però una fondamentale premessa: non scordiamoci che i Clupeidi in questione sono specie anadrome, che raggiungono quindi i corsi fluviali dopo lunghe migrazioni per la deposizione. Il rispetto deve essere assoluto,imponiamo il No Kill ed evitiamo di farle soffrire. Ne và del nostro futuro.

Pescare la Cheppia è un pò come tornare bambini: l’attrezzatura si riduce al minimo,è sufficiente una singola canna accoppiata ad un mulinello contenente del buon nylon, una manciata di “ferraglia” ed un paio di waders e siamo pronti per la sfida.
Nelle mie scorribande sono giunto a selezionare un paio di esche più catturanti: il ruolo da leone lo ricopre il Pica Spoon, in particolar modo nella misura 4.6gr ,novità esclusiva per il 2012.

Si tratta di un piccolo ondulante di 30mm di lunghezza per 4.6gr di peso, che   permette lanci più lunghi e recuperi più a stretto contatto con il fondale rispetto ai fratelli di peso minore : peculiarità necessarie per il successo nei confronti della Cheppia.

L’ondulante è armato di un amo Damiki Viper Special Trout Hook senza ardiglione,al fine di agevolare le operazioni di slamatura per un Catch & Release corretto.

Le colorazioni che preferisco sono quelle dotate di tonalità accese e visibili, in particolar modo mi sento di consigliare il #001 Light Pink,  #013 Pink e #007 Cream White , ma anche altre colorazioni potrebbero risultare vincenti in condizioni diverse di pesca.

L’azione vera e propria di pesca è relativamente semplice, è necessario effettuare lunghi lanci in prossimità di zone d’acqua profonda ed iniziare il recupero del nostro Pica Spoon : proviamo vari recuperi,fino a trovare quello che più stimola le nostre prede. Provate un recupero ad alta,altissima velocità…ne vedrete delle belle 😉
Sia nei recuper lenti che veloci il Pica Spoon manterrà un nuoto estremamente adescante,fatto di scodinzolii irregolari che,aiutati da qualche scatto di polso da parte nostra, scateneranno l’aggressività del predatore…provare per credere!

Attenzione..la sorpresa è sempre dietro l’angolo….

Matteo Cicuto 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: