• St. Croix

  • Stanley

  • Damiki

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 115 follower

  • Annunci

MARZO SUL COGHINAS

Lunedì 25 marzo, dopo una nottata in traghetto, io e Marco (con barca al seguito) giungiamo finalmente in Sardegna per qualche giorno di pesca sul lago Coghinas.  

Image

Appena arrivati sul posto ci rendiamo conto che le pessime previsioni meteo per la settimana erano quanto mai corrette: una volta sbarcati veniamo subito accolti da una pioggia battente e da un vento molto forte che frenano la nostra voglia di andare a pesca. Parlando con i locali, apprendiamo nostro malgrado che è da Natale che continua a piovere più o meno ininterrottamente e, a causa di ciò, il lago si presenta oltre otto metri più alto del normale con una temperatura dell’acqua ancora molto fredda. Come se non bastasse, tutti questi fattori sembrano aver causato anche una forte apatia del pesce: le catture risultano poche e di modeste dimensioni.

Abbastanza abbattuti per le notizie apprese, caliamo la barca e iniziamo ad esplorare il lago. Sia io che Marco non eravamo mai stati sul Coghinas e subito veniamo rapiti dalla bellezza del posto. Il lago è altissimo e per questo molto ricco di spot sommersi, di piccoli cespugli, ma anche di veri e propri alberi, circondato da una natura verdissima e rigogliosa. L’acqua è torbida e si aggira attorno ai 9°C.

Come spesso accade in ambienti così ricchi di spot apparentemente tutti ottimi, diventa molto difficile decidere da quale partire quindi basandoci su quanto c’è stato consigliato da alcuni amici, iniziamo a pescare nei pressi di un fiume, il Frassu.

L’approccio scelto è quello di una pesca molto lenta con Jig e montature Texas che vengono lanciate nei pressi della riva e lavorate fin sotto la barca. Una delle prime cose che notiamo, infatti, grazie all’uso dell’eco scandaglio, è la presenza, anche a svariati metri da riva, di strutture molto interessanti che posso tranquillamente fungere da riparo per i pesci.

Dopo circa un’ora di pesca difficoltosa a causa del forte vento arriva la prima timida mangiata di un bass che però non sembra intenzionato a continuare l’attacco: ferro, ma vado a vuoto. ImageDecido quindi di utilizzare un’esca più compatta e leggera e a questo proposito monto un RK Jigg di Black Flagg da 5/16 al quale accorcio lo skirt, e come trailer un W Craw che provvedo anch’esso ad accorciare prima dell’innesco. Dal cambio dell’esca alla prima cattura passano solo una manciata di minuti e finalmente il primo Bass giunge al pollice. Un gran bel pesce con una pancia molto pronunciata, insidiato all’interno di una struttura sommersa .

ImageDopo circa un’ora, questa volta grazie allo Skyy Jigg Black Flagg con la Hog di Reins come trailer, riesco ad avere anche il secondo pesce anch’esso di buona taglia.

Nel frattempo le condizioni meteo migliorano e anche Marco, prima a finesse e poi a spinnerbait, riesce a catturare un paio di pesci.  

Il morale è decisamente migliorato e la pesca continua. Per avere maggior penetrazione all’interno delle cover più fitte e un miglior assetto anti incaglio, alterno al jig una montatura texas del peso di 3/8 oz usando come trailer il Punching Puddle della Tiemco da 4,5’’.

Con quest’innesco catturo un altro bel pesce all’interno di un albero sommerso.Image

Con il migliorare della giornata e l’arrivo del sole notiamo tra le strutture un bass sospeso intento a scaldarsi: optiamo quindi per l’utilizzo di un jerk suspending. ImageA questo proposito monto il Realis Jerkbait da 120’’ della DUO che vado a lanciare in prossimità della riva e ad animare con delle rapide jerkate seguite da pause anche di svariati secondi. Anche questa tecnica si rivela redditizia, infatti un paio di bass cedono all’inganno.

La giornata giunge presto al termine: sebbene il numero delle catture non sia sicuramente all’altezza del Coghinas, date le condizioni meteo proibitive (che rendono la pesca particolarmente difficoltosa) non possiamo che considerarci soddisfatti!

 

Anche in quest’occasione ho realizzato un video:

http://www.youtube.com/watch?v=5DyRw3BYL7o&list=UUFhN_iKlwIvn7PAg8LZB92g&index=1

 

Grazie per l’attenzione e alla prossima!

Tony

 

   

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: