• St. Croix

  • Stanley

  • Damiki

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 115 follower

  • Annunci

Light Vertical Game 2.0

Continuano gli esperimenti con la tecnica light in verticale con risultati sempre positivi, se vi siete persi la prima parte potete leggervi l’articolo cliccando il link qui a fianco LIGHT VERTICAL GAME

IMG_8917Ok - Copia

La premessa è la stessa, il Light Vertical Game (L.V.G.) non mira a sostituire le tecniche destinate a pesci di mole importante, insidiabili dalla barca, quando sussistono le condizioni ideali; piuttosto è un’ approccio molto divertente ed utile quando si hanno condizioni di mare estremamente calmo con corrente assente e pesce decisamente apatico.

IMG_8569Ok

Le profondità alle quali abbiamo applicato questo approccio variano dai -30m ai -60m su fondali misti fango-roccia. Sintetizzando al massimo, le soluzioni tecniche sono due che in ogni caso prevedono l’utilizzo del Damiki Mausrin (14gr o 21 gr) oppure del Damiki Big Mausrin (30-40-50 gr). La prima soluzione prevede l’utilizzo del corpo in piombo dell’artificiale privato degli skirt e dell’assist, che verranno sostituiti da una girella a cui legheremo un corto finale in fluorcarbon di ottima qualità ed un’ amo di misura idonea all’innesco di una piccola gomma da light da 2” o 3”; io mi sono trovato particolarmente bene con le soft bait della Reins e della Keitech che grazie alla loro mescola morbida e aromatizzata risultano irresistibili sia per i grufolatori che per i predatori. Aji Caro Swamp, Micro G-Tail Saturn 2″, Easy Shiner, Swing Impact sono solo alcuni dei modelli che hanno catturato in maniera costante, ma ciascuno saprà trovare la sua preferita tra la vasta gamma. Il movimento da imprimere una volta arrivati sul fondo è piuttosto lento e morbido in risalita per alcuni metri. I flash del corpo metallico del Damiki Mausrin attirano da lontano il pesce e la piccola gomma flottante fa il resto.

IMG_8914ok

La seconda soluzione prevede l’utilizzo del  Damiki Mausrin e del Damiki Big Mausrin così come è montato, con la sola accortezza di aggiungere una gommina calzandola direttamente sull’amo dell’assist per aggiungere volume e movimento alla presentazione. L’efficacia è simile alla precedente ma spesso si riesce a selezionare qualche predatore più aggressivo e di taglia più considerevole. Il recupero può essere anche un po’ vivace e ci si può staccare diversi metri dal fondo.

IMG_8955ok

L’attrezzatura riveste un tassello importante per applicare il L.V.G. in maniera corretta. Giocoforza dovremo ricorrere a libbraggi sottodimensionati, che fanno quasi spavento per un’ utilizzo da natante. Come treccia ho avuto la fortuna di utilizzare il T.O.W. R.E.A.L. PE4 9LB che grazie al suo diametro sottile taglia l’acqua in maniera spettacolare (cosa indispensabile per pescare in profondità con pesi esigui), ed in più ha dimostrato sul campo una resistenza alla trazione davvero notevole. Come terminale impiego l’ormai super-collaudato T.O.W. FNSS Fluorcarbon da 8lbDSC_7138 - Cook

La canna che andremo ad utilizzare deve avere grandi doti di sensibilità, soprattutto nella vetta, per muovere in maniera sinuosa ed adescante la nostra insidia; ma allo stesso tempo deve avere un fusto capace di contrastare le potenti fughe del pesce allamato. Io ho trovato la mia “partner” ideale nella St.Croix Legend Tournament Walleye, precisamente la LTWS70LF (che utilizzo con soddisfazione anche a light dalla costa) ed ha dimostrato prestazioni e doti di affidabilità ben al di sopra del suo target. Comunque anche nella serie St.Croix Eyecon vi sono alcuni modelli che si prestano egregiamente. Vi consiglio di provare il L.V.G. , e se all’inizio vi sembrerà un po’ difficile da applicare, dopo poco vi renderete conto che avrete una bella mossa da giocarvi in mare. E quando, dopo l’attacco di un bel pesce e 5 minuti di pura follia e divertimento durante il combattimento, porterete la vostra preda a tiro di guadino, vi renderete conto di aver realizzato una cattura speciale, che accompagnerà per sempre i vostri ricordi di pesca.

IMG_8951ok

Francesco Li Bianchi

Annunci

Una Risposta

  1. […] il Wacky rig, il Drop shot rig, o nel più recente “Light vertical game”, proposto da Francesco Li Bianchi e Rocco Alfieri, solo per citarne alcuni. Offrono vantaggi indiscussi in termini di efficacia e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: