• St. Croix

  • Stanley

  • Damiki

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 98 follower

  • Annunci

Light Saltwater Game con St.Croix

Negli ultimi anni in Italia c’è stato un vero è proprio boom nel campo delle tecniche ultralight, in particolare del Light Rock Fishing. Anche io, come altre centinaia di persone sparse lungo tutto lo stivale, mi sono appassionato a questa fantastica tecnica, riscuotendo fin dall’inizio ottimi risultati.

Inizialmente, come la maggioranza delle persone che si sono affacciate al “Rock”, mi dilettavo a pescare in area portuale con piccole gommine cercando di stanare tutti quei pescetti, di fondale e non, che si aggirano in queste zone.
Poi pian piano ho iniziato ad utilizzare piccole hardbait dedicate e da quel momento in poi mi si è aperto un mondo davanti.
Mi sono reso subito conto che pescare a Light game in mare è davvero uno spasso. Si riescono a prendere una gran quantità di pesci che, anche se non enormi, riescono a farci divertire un mondo.
Inizialmente pescavo sempre in area portuale, spiaggia o scogliere con qualche metro di fondale, ma ben presto mi son voluto spingere oltre i limiti imposti da questa tecnica, pescando su batimetriche molte elevate (fino ai 30 metri) e anche in Off-Shore su mangianze di piccoli pelagici, ecc…
Ovviamente molto spesso l’attrezzatura non ha retto e mi son ritrovato parecchie volte in difficoltà e di conseguenza a perdere pesci ed esche comprese…

Quindi per risolvere tutto ciò ho deciso di mettermi alla ricerca di un attrezzo che potesse avere le giuste caratteristiche per ciò che ci dovevo fare e quindi mi sono affidato all’altissima qualità dei grezzi St.Croix.
Avevo bisogno di una canna molto più reattiva e potente, ma allo stesso tempo anche sensibile e che mi facesse divertire anche con pesci di normali dimensioni (ovviamente parlando sempre di una pesca light).
Grazie alla vasta scelta che offre il catalogo St.Croix e anche grazie anche ai consigli dei miei cari amici di T2 Distribution ho capito qual’era la canna adatta alle mie esigenze ed ho deciso di provarla.

St.Croix rods custom

St.Croix 5S70MLF-G Custom (7’ 4-10lb 1/8-3/8)

Ho ordinato (cosa che potete fare semplicemente affidandovi al vostro rivenditore di fiducia che tratta il marchio St.Croix) un grezzo della serie V, più precisamente il 5S70MLF-G 7’ 4-10lb 1/8 3/8 (equivalente della Legend Elite LES70MLF) e tramite il mio Rod Builder di fiducia me lo son fatto assemblare a mio piacimento.

Ne è venuta fuori una canna davvero spettacolare che rispecchia esattamente ciò che volevo.

L’azione “fast” di questa canna è davvero molto particolare e già dal primo utilizzo ne sono rimasto assolutamente entusiasta.
Ha una vetta estremamente sensibile che permette di farci percepire tutti i movimenti delle esche, e di conseguenza ogni attacco dei predatori che andremo ad insidiare, e un backbone (cioè la schiena) davvero potente (considerando che è una canna da soli 3/8 d’oncia) che in fase di combattimento ci fa stare tranquilli perché è davvero molto progressivo e asseconda perfettamente tutte le fughe e le ripartenze del pesce che abbiamo dall’altra parte del filo.

St.Croix rod action

Canna in piega con un Tonnetto Aletterato

Il casting weight è assolutamente reale anche se con alcune tipologie di esche come ad esempio i casting jig, che essendo esche molto compatte non fanno molto attrito durante il lancio, si può andare anche leggermente oltre il range dichiarato (fino agli 11/12gr). Ed è proprio con questa tipologia di esche che sono riuscito ad effettuare dei lanci a dir poco strepitosi: grazie al TOW R.E.A.L. PE in bobina sono riuscito a constatare che avevo lanciato il mio piccolo Jig da 12 grammi a più di 60 metri (dato che il filo cambia colore ogni 10 metri). A mio avviso, la distanza di lancio è un punto cardine per tutti i noi pescatori salsi perché più riusciamo a lanciare e più possibilità abbiamo di effettuare una cattura dato che riusciamo a coprire e battere più metri di acqua.

Alletterato-St.Croix

Tonnetto Alletterato in Off-Shore

Grazie alla sua azione un pò tutte le tipologie di esche si lanciano e gestiscono nel migliore dei modi: Minnow, Pencil, Lipless, WTD, Popperini, casting Jig e addirittura gomma su testina e con i più svariati Rig.

Quelle che personalmente preferisco di più sono i casting Jig e i piccoli Top Water.

Lucertole-St.Croix

Doppietta di pesci Lucertola su Damiki Balhae 7gr montato con ancoretta e assist

Entrambe queste due tipologie di esche si riescono a lanciare a distanze notevoli e grazie alla reattività e all’azione della canna si riescono a gestire perfettamente, cosa che non tutte la canna riescono a fare.

Cernia-St.Croix

Cerniotta Bruna su Tokon Jig Jr. 6gr.

LucertolaTW-St.Croix

Pesce Lucertola su DUO Realis Popper

I fusti di questa serie di canne sono costruiti con grafite SCV e SCVI e con le più avanzate tecnologie IPC, ART e la resina NSi.

La nuova resina 3M Matrix è unica in quanto realizzata da nano-sfere di silicio che compongono una miscela omogenea e non abrasiva, utilizzata per riempire gli spazi tra le fibre di carbonio del quale è costruito il grezzo delle canne: questo permette di ottenere un grezzo ancora più robusto, sensibile e potente.

Il catalogo St.Croix offre ben quattro varianti della stessa 3/8: sia monopezzo che due pezzi e sia da 7′ che 7’6” per soddisfare le esigenze dei pescatori.

RealPE

Black Flagg TOW R.E.A.L. PE

Personalmente mi sento di consigliare di utilizzare mulinelli di taglia 2000 con recupero veloce (come nel mio caso) o lento in base all’uso che intendete farci, che vanno a bilanciare perfettamente questa splendida canna.

Come filo in bobina io uso il nuovissimo TOW R.E.A.L. PE da 9lb, filo 4 capi specifico da Light Game che con la sua setosità e morbidezza permette di lanciare le proprie esche a notevoli distanze. Inoltre, dato che cambia colore ogni 10 metri, ci permette di capire a che distanza o profondità sono le nostre esche, dettaglio molto importante se abbiamo questa necessità.

DSC_0001

Black Flagg TOW FNSS Fluoro Carbon

In accoppiata a questo fantastico filo utilizzo uno shock leader sempre di casa il TOW FNSS Fluoro Carbon da 8lb del diametro dello 0.225 che ha sempre fatto il suo lavoro in pesca e non mi ha dato mai nessun problema.

L’uso che  faccio di questa canna è prettamente in Salt Water ma sono assolutamente sicuro che si comporta benissimo anche in Fresh Water dato che la serie Legend Elite è nata appunto per l’uso in acqua dolce. Spero che prima o poi riuscirò a testarla anche in questa tipologie di acque.

Sciarrano-St.Croix

Piccolo Sciarrano ingannato da un DUO Tide Minnow Sprint

Quindi se come me volete uscire da quelli che sono i limiti e i canoni imposti dal Light Rock Fishing e provare un attrezzo che riesca a soddisfare le vostre esigenze, per cercare di star sempre sicuri di riuscire a prendere anche pesci che con un’attrezzatura troppo light non riuscireste mai a tirar fuori dall’acqua , avete trovato la canna che fa per voi!

Light is better !!!

Luigi Di Ruocco aka luis95

T2 Tribe

Annunci

Reins Aji Ringer Professional

Finalmente dopo qualche mese di aspettativa (e vi assicuro che ne è valsa la pena) sono riuscito a mettere le mani sulla nuovissima Reins Aji Ringer Professional!!!

Reins Aji Ringer Professional

Parliamo del modello di punta delle canne da Light Rock Fishing prodotte da casa Reins, azienda giapponese che da qualche anno ha fatto esplodere il mercato italiano con le proprie esche in gomma e con le canne dedicate a questa fantastica tecnica.

La canna in questione viene prodotta in due lunghezze differenti, 7’2″ e 7’6″, con un casting weight di 0.9-5.3 grammi, adatte quindi a coprire le varie esigenze del pescatore moderno.

Iniziamo a parlare dell’ aspetto più importante, cioè dell’azione: canna dall’azione medium/fast con una sensibilità unica, dotata di una vetta in grado di gestire e percepire ogni minima mangiata dei piccoli pesci che andremo ad insidiare con le nostre minuscole e leggerissime gommine. Allo stesso tempo però, ha una gran schiena per combattere prede più importanti e anche un’ ottima potenza per lanciare e manovrare hard baits anche poco più pesanti del casting weight massimo, diciamo fino ai 7 grammi.

Ora parliamo della componentistica, fattore che al giorno d’oggi è sempre più rilevante per i pescatori più esigenti: anelli Fuji serie K con pietra in Sic, leggeri, performanti e molto belli alla vista.

DSC_0031

Questo nuovo tipo di anellatura ha un telaio creato appositamente per fa si che nel caso in cui il trecciato vada a formare un nodo sull’anello, questo automaticamente, grazie alla forma creata dagli ingegneri Fuji, si andrà a sciogliere, evitando quindi di far nascere nodi e parrucche.

Portamulinello sempre Fuji in leggerissima grafite e manico in foam ad altà densità per una presa più sicura. Il fusto invece è prodotto dalla Yamaga Blank sotto specifica richiesta della Reins.

Infine, dato che anche l’occhio vuole la sua parte, parliamo del design: il colore verde è quello predominante e a mio avviso è davvero stupendo! Manico splittato in bianco con logo e scritta Reins in verde chiaro. Rilegature in un verde più scuro metallizzato con particolari in rosso e nero. Che dire… davvero accattivante!DSC_0033

In questa foto si possono notare il manico con tutte le rifiniture fatte a regola d’arte.

L’ho strapazzata davvero tanto nell’ultimo mese, effettuando molte uscite e di conseguenza molte catture, quindi ritengo che possa darvi le mie impressione personali riguardo a questo gioiellino verde smeraldo 😀

Personalmente ho scelto il modello da 7’2″ perché mi piacciono le canne corte e perché ne faccio uso anche in off-shore. I fattori che più mi hanno colpito sono la sensibilità e la polivalenza.

La sensibilità perchè si riescono davvero ad avvertire le più piccole e leggere mangiate da parte dei nostri cari amici pinnuti.

Orata vs. Keiyech Swing Impact

Ad esempio in questa foto sono riuscito a percepire la timida mangiata di questa orata e quindi sono riuscito a ferrarla prontamente anche grazie all’azione medium/ fast della canna.

Altra cosa che mi ha colpito è appunto la polivalenza: la canna si presta benissimo ad un LRF nei porti a parete con piccole gommine, in scogliera con gomme e piccole hard bait ed infine, grazie alla grande schiena con riserva di potenza, l’ho personalmente testata anche in off-shore per un ultralight game su mangianze di pelagici e tunnidi, ovviamendi piccole dimensioni, e devo dire che “non ha fatto una piega”.

DCIM105GOPRO

Scorfano vs. Balhae

Big Lucertola vs. Palpuntin

Inoltre, gli altri Pro Staff T2 distribution che ne sono in possesso le hanno testate con ottimi risultati anche in acqua dolce, su persici, trote e bass.

La taglia perfetta di mulinello da abbinare è una 1003/2004 Daiwa o 1000 Shimano, così da ottenere un bilanciamento perfetto.

Per quanto riguarda il fili è consigliato usare PE dallo 0.3 allo 0.6 per avere così una massima scorrevolezza e quindi una gittata di lancio davvero molto elavata anche con esche dal peso esiguo.

DCIM105GOPRO

Attualmente la canna non è ancora uscita sul mercato italiano ma prossimamente la vedremo nei migliori negozi di pesca e in mano agli angler più esigenti!

Luigi Di Ruocco